Consigli per grigliare come un pro

I CONSIGLI PER GRIGLIARE COME UN PRO – parte 1

Grigliare voce del verbo l’estate è arrivata e si mangia in compagnia! Ovunque ti giri e ti volti hai manuali di barbecue e amici che dispensano consigli su come grigliare al meglio. Nessuno, però ti ha ancora dato i consigli per grigliare come un vero pro(fessionista). Ecco in arrivo alcuni preziosi accorgimenti che danno vita ad una grigliata epica!

TIPI DI BARBECUE

La scelta del barbecue è soggettiva in quanto oltre a doversi adattare agli spazi di cui disponiamo, segue anche i nostri gusti. Tra i più comuni ci sono il barbecue elettrico, a gas o a carbone/legna: quello elettrico e quello a gas sono molto pratici e si adattano benissimo agli appartamenti. Sono rispettosi dell’ambiente perché non utilizzano combustibili e si scaldano velocemente senza emissioni di fumo. Il loro problema è che non raggiungono le temperature adatte per cotture più aggressive e non rilasciano quel gusto affumicato agli alimenti che è solitamente tipico del legno o del carbone. I barbecue a gas sono molto comodi perché le cotture sono gestibili grazie alla possibilità di regolare i fornelli. Guarda qui gli stupendi barbecue di Pla.net Food!

I barbecue a legna e a carbone sono quelli che garantiscono una qualità di cottura migliore perché donano al cibo aromi unici. Fondamentale è scegliere carbone e legno di buona qualità: ogni tipo di legno ha caratteristiche differenti. Consigliamo di selezionare materie di piccole dimensioni da poter accendere successivamente: se i carboni fanno scintille, evitali assolutamente! Così come la diavolina: non è naturale!

GLI UTENSILI PER GRIGLIARE COME UN PRO

Prepara vicino a te gli strumenti del mestiere: un buon legno, una pinza, un coltello ed un forchettone. Le pinze devono essere lunghe per evitare di scottarsi e ti servono per girare il cibo senza bucarlo e senza che perda i liquidi e si secchi. Tra gli amici o la famiglia, c’è quasi sempre chi la carne non la gradisce e preferisce il pesce, quindi munisciti di una spatola. Non devono mancare i guantoni per proteggere le mani ed un pennello per ungere il cibo.

Ah! Il grembiule è sorpassato: qualsiasi cosa ti metta, tanto ti sporcherai. Via alla fantasia e tassativamente alle ciabatte!

PREPARAZIONE DELLA GRIGLIA

Accendi il barbecue per tempo in modo da far raggiungere la temperatura alla griglia o alla piastra. Deve esser sempre ben pulita e unta.

Le pietanze vanno tolte dal frigo almeno un’ora prima di essere cotte in modo che al momento della cottura siano a temperatura ambiente.

Se vuoi essere molto preciso e vuoi che la carne sia cotta perfettamente, allora il tuo più grande alleato è il termometro. Ti aiuta a capire se il cibo è cotto all’interno, soprattutto quando i tagli sono spessi e grandi. Per quanto riguarda  il pollo e il maiale l’interno deve raggiungere i 75°, mentre per il manzo dipende dalla cottura:

  • 61° per la carne al sangue
  • 68° per la cottura media
  • 78° per la carne ben cotta

 

Si parla anche di cottura diretta o indiretta:

  • la cottura diretta raggiunge i 260° quando il cibo è vicino alla fonte di calore, fuoco o brace, e bisogna fare molta attenzione per non bruciarlo
  • la cottura indiretta ha una temperatura più bassa, arriva infatti a 150°, ed è tipica di un metodo più gentile e leggero di cuocere. Per questo tipo di cottura serve un barbecue con coperchio

 

Maestri e maestre della griglia, il nostro viaggio nel mondo del barbecue non finisce qui! Nella prossima puntata si parlerà di tagli di carne, marinature e grigliate veg! I consigli per grigliare come un pro continuano…

Oppure richiedi informazioni compilando il form!

Nome e Cognome (richiesto)

E-mail (richiesto)

Telefono (richiesto)

Comune (richiesto)

Il tuo messaggio